Antonella Affronti
Diario Pittorico


Catalogo a cura di Francesco Scorsone
ed. ISSPE, pag.143, aprile 2015


Volume presentato il 16 aprile 2015
Galleria d'Arte Studio 71 - Palermo
www.studio71.it

Copertina catalogo Diario Pittorico di Antonella Affronti pubblicato nel 2015 Nel corso della presentazione della monografia illustrati gli oltre trent'anni di lavoro dell'artista. La presentazione precede la mostra Diario Segreto a cura di Francesco Scorsone inaugurata il 18 aprile 2015 negli stessi locali. Antonella Affronti (Palermo, 1949) consegue la maturità artistica e l'abilitazione all'insegnamento; già studentessa partecipa a numerose mostre organizzate dagli insegnanti del suo corso, tra cui Disma Tumminello, Raffaele Piraino e Maurilio Catalano. Inizia la sua attività nel 1981, con impronta vagamente impressionista dalle tonalità accese tipiche dei Fauves per opere che si distinguono come "fluttuazioni dello spazio e della luce". Del 1982 è la sua prima mostra personale alla Galleria "Il Cenacolo" di Palermo curata da Giovanni Cappuzzo. Nello stesso anno viene invitata da Albano Rossi a Erice (Trapani) per partecipare alla Salerniana.

Da questa data al 1991 non ci sono riferimenti ufficiali di esposizione, ma la sua ricerca pittorica continua seppur nel silenzio. Nel 1991 viene invitata a Mantova alla Rassegna di Pittura, Scultura, Grafica e Poesia. Nello stesso anno è la seconda personale alla Galleria "Il Cenacolo" curata da Albano Rossi. Intanto conosce il gallerista palermitano Eduardo Lupo della galleria Lupo'Art di Palermo e negli anni 1994/95/96 espone il frutto della sua ricerca stilistica in proprie mostre personali denominate Trasparenze. Nel 1995 è a Malta, per la "Prima Biennale Internazionale" e a Ravenna per partecipare al "Premio Nazionale di Pittura". Fondamentale in questo periodo è la sua amicizia con Tecla Iraci, pittrice di talento prematuramente scomparsa. Nel 1995 è presente alla Iª Rassegna d'Arte Fiera di Palermo con la Galleria Lupo Art. Nel 1996 è a Roma per una mostra personale assieme a Marilù Fernandez (la Signora del corallo) e Tecla Iraci, alla "Ca D'Oro", qui conosce Bruno Caruso e lo scrittore Costanzo Costantini.

Nel ciclo "Trasparenze" (1994/1997) la sintesi coloristica si fa più consapevole, le pennellate si allungano, il tratto si assottiglia. Nel 1995 In occasione del "Bicentenario dell'Orto Botanico" di Palermo, viene invitata Dal Prof. Francesco Maria Raimondo alla mostra collettiva "Le Palme tra Arte e Scienza". Dal 1999 al 2006 è il ciclo degli Spiragli, Abissi d'Energia, Pulsioni, Vibranti Policromie, in mostre esposte alla Galleria Studio 71 Palermo, al caffè letterario La Galleria di Cefalù, a Palazzo Chiaramonte Steri di Palermo; qui le pennellate si allargano, diventano nastri che avvolgono, il colore si fa corposo il soggetto pretesto per addentrarsi nella materia.

Dal 2001 invitata da Fabrizio Costanzo entra a far parte di "Graffiti & Addaura Art Artisti Contemporanei". E' Del 2003 una sua personale ad Abano Terme, e la partecipazione alle fiere d'Arte di Forlì e Cremona. Nel 2007-2014 vengono acquisite sue opere dalla pinacoteca del Castello di Carini (Palermo), da Chateau Des Réaux - Chouzè sur Loire (Francia), dalla Fondazione La Verde - La Malfa di San Giovanni La Punta (Catania), dal Museo Diocesano di Monreale (PA), dal Museo degli Angeli in Sant'Angelo di Brolo (Messina), dall'Associazione "Istituzione Francesco Carbone", Real Casina di Caccia di Ficuzza (Palermo).

Del 2009 è la sua partecipazione al "Graffiti Day con il totem Mutazione della pietra e alla performance alla Fondazione La Malfa La Verde (Catania) con l'opera solstizio d' estate cm.150x300 un'opera realizzata a più mani con Antonino G. Perricone e Giuseppa D'Agostino voluta da Marcello Scorsone e donata alla Fondazione. Nel 2011 Nicolò D'Alessandro la include in una rosa di centosettantasei artisti tutti siciliani per la mostra Made in Sicily curata da Nicolò D'Alessandro ed esposta a Catania presso "Le Ciminiere" e a Palermo presso il "Reale Albergo delle Povere". La sua produzione è documentata da molti siti d'arte. Al suo attivo sono numerose mostre in Italia e all'estero e sue opere sono in collezioni pubbliche e private. (Comunicato stampa Studio 71 - Palermo)



Antonella Affronti
(Diario Segreto)


termina lo 08 maggio 2015
Galleria d'Arte Studio 71 - Palermo

Presentate al pubblico per la prima volta 21 opere realizzate dall'artista in un momento di particolare creatività. L'arte si sa non ha regole prestabilite, spesso è frutto di intuizioni, di stati d'animo, di momentanee folgorazioni, di crisi e di periodi di esaltazione, di presa di conoscenza e coscienza; di incontri casuali ma anche cercati, di discussioni interminabili magari tra colleghi e operatori culturali. Ma l'arte è anche solitudine ed è forse quello il momento in cui la produttività costruttiva del pensiero si mette in moto.

Ti costruisci un mondo parallelo fatto di "cose e pensieri" tuoi ai quali a nessuno è permesso di entrare. Un diario segreto nel quale gli appunti sulle tue emozioni, incontri, sofferenze, amore e piacere sono i compagni della tua giornata. Un ruolo fondamentale assume in tale operazione il colore, incanalato attraverso larghe pennellate che strutturano una sorta di "matasse" policrome. Sono gli anni in cui il corpo assume un'importanza fondamentale. Il tratto è più vincolato e la figurazione anatomicamente più dettagliata. Le sue opere divengono un campo in cui far convivere due mondi, quello del reale e quello dello spirituale, in perenne scambio dialogico. Catalogo a cura di Francesco M. Scorsone con testi di Tommaso Romano, Vinny Scorsone, Aldo Gerbino, Maria Antonietta Spadaro ed. ISSPE. (Estratto da comunicato stampa)

Newsletter Kritik - Arte Editoria Iniziative Culturali
Prima del nuovo numero di Kritik


Newsletter Kritik - Cataloghi da mostre

Mappa del sito www.ninniradicini.it

Home page