Trinacria - simbolo della Sicilia Hellas - Grecia
Kritik
Newsletter Indipendente
di Ninni Radicini
Mostre d'arte, Iniziative culturali, Recensione Libri, Attualità
freccia Per ricevere la newsletter Kritik, inviare una e-mail (senza testo) freccia

Prima del nuovo numero di Kritik
linea verticale
Immagine dal film Vertigo - regia di Alfred Hitchcock - 1958
Vertigo (Alfred Hitchcock, 1958)

Gallerie d'arte
Fondazioni
Associazioni culturali




Gallerie d'arte - Fondazioni - Associazioni culturali


Gallerie d'arte

Galleria Previtali Artecontemporanea

Galleria Previtali - fronte Il programma fondamentale di questa nuova galleria è quello di occuparsi della produzione artistica lombarda nella sua fisionomia attuale, con un'attenzione speciale e sistematica per gli artisti giovani. Giovani come età senza tuttavia precisi vincoli cronologici, ma anche in quanto esordienti; con opere recenti, ma affiancate di tanto in tanto da qualche esemplare dovuto a personalità già acquisite, purchè presenti con pezzi di attualità. L'intenzione, oltre a quella di aprire le porte ad artisti che trovino, nell'esposizione e nel confronto, il modo di farsi conoscere, è anche quella di tracciare e tenere aggiornato un panorama, appunto, della produzione lombarda; non sottolineando, sia chiaro, tipicità regionali, bensì gli orientamenti delle varie scuole; anche se spesso vi si riconosce un timbro comune nelle scelte tematiche ed espressive.

La Lombardia è ricca di istituzioni accademiche per artisti, oggi per lo più non differenziate l'una dall'altra per caratterizzazioni locali, ma piuttosto indicative di una varietà di correnti, dall'astratto al figurativo (per usare una terminologia d'uso). Lo scopo della galleria è, in sintesi, quello di aprire le porte ai giovani offrendo loro l'occasione di presentarsi; e insieme quello di fornire al pubblico una panoramica sistematicamente aggiornata dell'arte in Lombardia, che nelle ultime generazioni annovera ormai artisti di bel risalto. (Rossana Bossaglia)



Galleria Continua

Fondata a San Gimignano, uno dei più interessanti centri medievali della Toscana, inizia la sua attività nel 1990 con l'intento di dare continuità all'arte in un territorio fortemente caratterizzato da importanti testimonianze artistiche. La galleria intende porsi come ponte ideale tra passato e presente, cercando nuovi dialoghi tra ricerche artistiche contemporanee, territorio e circuiti internazionali, invitando a realizzare dei progetti nei nuovi spazi artisti riconosciuti internazionalmente e sostenendo e promuovendo il lavoro dei giovani artisti. Ogni mostra presenta nuove opere che dialogano con l'ampio spazio espositivo della galleria: un cinema-teatro degli anni '50 che conserva ancora le proprie caratteristiche architettoniche e strutturali permettendo agli artisti di realizzare opere sia per le stanze più intime all'ingresso che progetti specifici per l'ampia platea sottostante. Gli spazi espositivi sono intesi come luoghi di incontro e discussione con il pubblico e con gli artisti, invitati ogni volta a misurarsi attraverso le loro opere con la storia del luogo che li ospita.



Galleria e Biblioteca d'Arte Studio 71

Fondata nel 1983 da Francesco Marcello Scorsone con sede a Palermo. Ha inaugurato la propria attività con una mostra dedicata alla donna con il titolo: "Donna è..." nel 1984. Da allora si sono susseguite mostre dedicate a giovani autori ma anche a consolidati artisti di fama nazionale e internazionale. Nel corso della propria attività la galleria ha ospitato mostre di giovani artisti dell'Accademia di Belle arti di Palermo e più in generale di giovani artisti. Per consuetudine la galleria sceglie per ogni stagione artistica un giovane autore a cui dedicare una mostra. Tutte le mostre sono state sempre documentate da un catalogo la cui presentazione può essere effettuata o da un critico a scelta dell'artista o da noi stessi attraverso qualificati critici d'arte quali il prof. Aldo Gerbino, Salvo Ferlito e ancora la dott.ssa Vinny Scorsone. Giornali nazionali e riviste specializzate del settore si occupano dell'attività della galleria con ottime recensioni.



Club House Art Gallery - Renzi & Lucia Contemporary Art

L'arte e la natura trovano posto l'una accanto all'altra in questo nuovo spazio espositivo Bosisio Parini (Lecco), nato dall'amore che si divide fra la pittura, la scultura ed ogni altro tipo di linguaggio espressivo ed i cavalli. Uno spazio di 180 mq che si affaccia con un'immensa vetrata di 30 metri su un campo al coperto di una scuderia, dove al visitatore non solo si offre la visione dell'esposizione ma anche la possibilità di buttare uno sguardo a chi lavora con passione e dedizione con questi animali. La sensibilità che si riserva all'artista va di pari passo alla sensibilità che si richiede ad un abile cavaliere che deve potenziarla a tal punto da capire il linguaggio equino.

Da qui l'idea non tanto dissennata da abbinare in un maneggio una Galleria d'Arte, aperta un po' a tutti, dagli abituè del luogo, a quelli che vengono per la prima volta, agli artisti che esporranno, agli amanti della natura, degli animali, agli animali stessi ai quali non si può negare di aver visione delle cose che l'uomo produce e reputa belle, insomma un posto destinato a chi possiede una mente aperta e pronta a tutte le novità. La Galleria sorge in un contesto già avviato: un maneggio ospitante 65 cavalli, con campo all'esterno ed uno al coperto, tondino, giostra ed attrezzature varie ed un agriturismo dove ci si può accomodare per assaggiare un'ottima cucina casalinga ed assaporare momenti di interminabile tranquillità.

Lo spazio dedicato all'arte si estende anche nel parco di sculture di Renzi & Lucia e nel "Sacro Bosco" dove un percorso che si snoda, appunto, in un bosco porta alla scoperta di Installazioni di Land Art di alcuni giovani artisti emergenti dell'Accademia di Brera; qui la protagonista assoluta è la Natura che ha accolto sulla sua terra opere destinate, col tempo, a mimetizzarsi in essa fino a scomparire; opere che convivono in questo spazio senza alterarne l'ecosistema eseguite con materiali biodegradabili, sapendo che allo scomparire di un'opera sempre una nuova sarà pronta a nascere. La programmazione delle mostre inizierà dal 14 febbraio 2009 quando per la prima volta in assoluto verranno esposte le opere della collezione "Renzi & Lucia incontrano...": opere a 4 mani con personalità importanti nel mondo della pittura, della scultura, del ballo, della musica etc.



Galleria d'arte Drago Artecontemporanea

La galleria nasce nel 1996 a Bagheria (Palermo) e da allora espone opere di alcuni tra i più interessanti artisti contemporanei. In questi anni tra le mostre più interessanti si segnalano le personali di Lucio del Pezzo, di Mario Schifano, di Tino Stefanoni, di Giosetta Fioroni e le tre personali a testa per Bruno Munari e per Pablo Echaurren. Molto spazio è dedicato anche alla grafica, cui la galleria ha dedicato in questi anni tre mostre e cui è dedicato grande spazio nel sito della galleria. Grande orgoglio è anche l'attività editoriale della galleria. Tra le pubblicazioni più importanti si ricordano il volumetto "Un sonno senza sogni", racconto di Dacia Maraini illustrato dall'artista bolognese Manuela Candini, ed un volume che raccoglie due racconti di Raffaele La Capria illustrato da Lucio Del Pezzo.



Galleria Spazia

Fondata nel 1980 da Marco Bottai a Bologna. Sin dagli esordi, l'attenzione è rivolta ai protagonisti dell'Astrazione italiana e, a tal proposito, esemplare è la mostra di Luigi Veronesi con la quale Spazia ha inaugurato la sua attività. Tra i momenti salienti del primo periodo della galleria meritano di essere ricordate le mostre di Accardi, Tancredi, Capogrossi e Fontana, l'interesse verso gli esponenti del gruppo Forma 1, Turcato, Sanfilippo, Perilli, Dorazio e le ampie personali dedicate a Licini, Novelli, Scarpitta e Nigro. Parallelamente, la galleria si è occupata di artisti di livello internazionale: Profonda anche l'attenzione per la scultura. Sono state allestite mostre sempre più impegnative che, talvolta, sono migrate fuori dalle pareti della galleria; come nel caso di Giò Pomodoro, presente nel 1995 con una significativa personale e successivamente impegnato con un interessante progetto in alcune località dell'Isola d'Elba.



Lorenzelli Arte

La Galleria Lorenzelli, fondata da Bruno Lorenzelli sr., inizia la sua attività nell'arte contemporanea e moderna nel 1956 a Bergamo. Bruno Lorenzelli Jr. nel 1960 fonda la sede di Milano ed inaugura la stagione espositiva con una mostra di Ben Nicholson. Nel 1980 la Galleria Lorenzelli diventa Lorenzelli Arte. L'intento principale della galleria rimane quello di valorizzare i grandi maestri internazionali, sia mostrando i lavori dei più affermati, sia riproponendo quelli meno celebrati e dimenticati dalla critica. Dalle avanguardie storiche fino a quelle degli anni '50, considerando anche le più recenti generazioni, la Lorenzelli Arte rappresenta un riferimento sia culturale che di mercato, con particolare riguardo verso le correnti astratte, ma senza limitare il suo campo d'azione. Per ogni singola esposizione viene sempre pubblicato un catalogo Lorenzelli Arte e, in alcuni casi, è stato stampato un volume a carattere monografico.



Opera Arte e Arti

Dal 1992 propone, nei propri spazi espositivi di Matera e Spoleto, una serie di importanti manifestazioni culturali, con artisti di fama internazionale, ed ha curato, per conto di privati ed amministrazioni, studi, pubblicazioni ed esposizioni. La galleria di Spoleto ha sede presso un palazzo cinquecentesco nel cuore della città con una superficie di circa 130 mq. Nel centro storico di Matera e prospiciente l'antico rione dei Sassi Opera ha uno spazio corrispettivo. Dal 1998 la ditta Opera Arte e Arti ha inaugurato un nuovo settore dedicato alla produzione ed all'organizzazione di mostre istituzionali, collaborando con Enti pubblici e Fondazioni. Opera ha realizzato prestigiosi eventi internazionali con importanti critici d'arte e coordinando tutte le fasi organizzative, l'allestimento e le pubblicazioni. La R&R Editrice è il settore del gruppo che si occupa della produzione editoriale, curando e realizzando da sempre i cataloghi delle mostre.



Fondazioni

Fondazione Zappettini

La Fondazione si costituisce a Chiavari con lo scopo di assicurare la conservazione, la tutela e la valorizzazione dell'opera e del patrimonio artistico di Gianfranco Zappettini. Tra le principali finalità della Fondazione vi è quella di favorire una migliore conoscenza sia in Italia che all'estero, tramite la promozione di mostre antologiche, pubblicazioni d'arte e di iniziative di ricerca e di studio, dell'opera dell'artista. Ha inoltre recentemente acquisito un prestigioso spazio a Milano. L'attività di ricerca della Fondazione è guidata da una Commissione Scientifica che si pone l'obbiettivo di costituire il maggiore centro di studi sulle arti visive degli anni '70, con particolare attenzione verso la "pittura analitica" o "pittura monocroma". Questo centro di documentazione, oltre che promuovere l'attività espositiva, garantirà un servizio di informazione bibliografica, fotografica e audiovisiva costantemente aggiornato.



Associazioni culturali

Associazione culturale "La Parada"

L'associazione nasce per iniziativa di Gi Morandini il 21 marzo del 2003 a Brescia, in tre locali che sino agli inizi del '900 erano parte della stazione di posta delle carrozze sulla linea Milano-Venezia. Il nome deriva dalla denominazione della fucina degli avi di Gi Morandini a Bienno in Valle Camonica (già in epoca romana vi si trovavano miniere di ferro che erano sfruttate per ottenere manufatti di vario genere). L'interno è stato perticolarmente curato con pavimenti in granito nero assoluto e diffusori di luce tipici dei musei tradizionali. Dal settembre 2003 sono state allestite 14 mostre personali ed ci sono già prenotazioni sino al gennaio 2008.



Presentazione e link in questa pagina
Contatto per le Gallerie d'arte, le Fondazioni, le Associazioni culturali



Mappa del sito www.ninniradicini.it

Home page