Music for Saxophone, Piano & Percussion

di Ninni Radicini
04 gennaio 2007


Copertina Cd Music for Saxophone Piano and Percussion di Stathis Mavrommatis, Christina Panteli e Dimitris Desillas Music for Saxophone, Piano & Percussion, è un cd composto da sedici brani, eseguiti da Stathis Mavrommatis (sassofono), Christina Panteli (pianoforte), Dimitris Desillas (percussioni), tre giovani, ma già affermati, musicisti ellenici con un curriculum in cui spiccano, oltre a studi e specializzazioni in patria e all'estero (in particolare in Francia e Usa), una serie di collaborazioni e iniziative di altissimo profilo. Stathis Mavrommatis, in linea materna di origine italiana, ha già partecipato a una serie di concerti nel nostro paese. Tra il 1999 e il 2000 ha collaborato con l'Orchestra sinfonica nazionale della Rai di Torino. Nel settembre 2004, con il Trio Olimpico - violino, sassofono e pianoforte -, ha ottenuto un riscontro notevole al Festival di musica di Lanciano. Il 20 maggio 2006, in occasione di un convegno sulla musica e sulla poesia greca, organizzato a Palermo dalla Comunità ellenica siciliana, con il quartetto di sassofoni Akroama (da lui fondato) ha eseguito una serie di brani tratti dal repertorio classico e popolare greco. Il pubblico ha espresso un grande apprezzamento, entusiasmato dalla tecnica impeccabile e della passione nella esecuzione dei brani, da cui traspariva la capacità di sviluppare in armonia la tradizione e la modernità, specchio della Grecia, fulcro della civiltà europea.

Music for Saxophone, Piano & Percussion, con musiche scritte appositamente per il cd e tutte dedicate a Stathis Mavrommatis (eccetto quella di Dimitri Nicolau, già composta in passato), si apre con Dyptiche, brano in due parti ideato inizialmente per altri strumenti. Evangelos Kokkoris le sviluppa come un percorso verso l'orizzonte, da intendersi non solo in senso fisico ma ancora più come confronto di ognuno di noi con la propria memoria, la propria storia. Pièce de Concert Op.57, di Nicolas Astrinidis, è stato scritto in memoria del maestro Mavrommatis, nonno di Stathis e suo primo maestro (a cui è dedicato il cd). La parte iniziale lenta è seguita da una seconda più vivace e infine dalla ripetizione della prima, con l'utilizzo di alcune melodie dell'isola di Corfù. Il tema si intreccia con la nostalgia e il ricordo della terra d'origine. Pièce de Concert, in seguito orchestrato dal compositore, è stato eseguito in prima mondiale dallo stesso Stathis Mavrommatis con l'orchestra sinfonica Dr. Ermil Nichifor al Romanian Atheneum Concert Hall di Bucarest nell'aprile 2006.

Flèches d'or, di Demis Visvikis, è un lavoro in tre parti senza interruzione, con il sassofono a introdurre il tema e una seconda parte in cui pianoforte e sassofono dialogano. Three pieces for Saxophone & Piano è una composizione in tre parti di Constantinos Lignos che evidenzia le virtù del sassofono contralto e soprano. In Air si riconosce l'eco della musica barocca, Valse e Tango fanno riferimento alle due danze. Divertimento giocoso, di Minas Alexiadis, diviso in quattro sezioni, è una danza ispirata alla musica folcloristica urbana greca. Richiede molta abilità perché combina lo stile centroeuropeo con elementi di musica e danza di altra provenienza. Five thoughts & feelings Op. 73, di Spiros Mazis, si concentra sul momento in cui la mente acquisisce il pensiero e lo concettualizza prima che si disperda. Il brano è un esempio di quella che l'autore definisce "musica vuota" (trivial music) caratterizzata dalla capacità di assumere in progressione una particolare geometria acustica. Con Two original Greek dances Op.143, in due parti, di Dimitri Nicolau, ci si immerge nel folk mediterraneo.

Si tratta di composizioni per vari strumenti e voci nelle quali l'autore dedica particolare attenzione alla importanza del tema, considerato la chiave della popolarità di un brano poichè rappresenta il filo di Arianna che guida ognuno degli ascoltatori all'interno della memoria. Infine Danseuses Cèlestes Op.80, di Joseph Papadatos, è strutturato in tre parti senza interruzione. Un gruppo di danzatrici con strumenti musicali e simboli rituali ondeggiano nella luce realizzando una fusione tra energia solare e lunare. L'ascolto dei brani di Music for Saxophone, Piano & Percussion conferma la bravura di Stathis Mavrommatis, Christina Panteli e Dimitris Desillas di cui vale sicuramente approfondire la biografia, almeno nei tratti principali. Christina Panteli, allieva di Theodoros Kotepanos al Consevatorio Athenaeum, dove si diploma con lode, perfeziona la tecnica con i maestri Lionis, Moisidis e Dalmati e poi a Parigi, alla Ecole Normale de musique, con il celebre pianista Edson Elias.

Negli Usa, a Chicago, studia alla Roosevelt University, con il pianista polacco Pavel Chesinsky, e ottiene il Master in esecuzione pianistica con lode. Partecipa a vari seminari e studia con grandi pianisti (Badura Scoda, Della Rocha, delle Vigne, Gevers, Moyer, Pressler). Esegue numerosi concerti per pianoforte in Europa negli Usa. Nel 2002 fonda con il flautista Theodoros Giatras, il gruppo Double P (flauto e pianoforte), specializzato in musica contemporanea di compositori greci e stranieri. Insegna al Conservatorio Filippos Nakas e al Conservatorio Nazionale. Dimitris Desyllas, originario di Corfù, diplomato in percussione al Conservatorio di Atene con il maestro Nikos Karatzinos, si specializza a New York e a Berlino con Des Roches, Kahlot, Seegers. Esegue vari concerti da solista, in patria e all'estero. Nel 2000 vince il premio dell'Associazione dei critici musicali e teatrali e quello per la Composizione di danza del Ministero ellenico della Cultura. Insegna al Dipartimento di musica della Ionian University, al Conservatorio di Athenaeum e al Conservatorio F. Nakas.

Stathis Mavrommatis (1974), laureato in matematica, sta svolgendo un Dottorato di ricerca nel campo specifico della Musica per Sassofono presso l'Università di Atene. Ha studiato pianoforte, flauto, sassofono e musica da camera ottenendo dal conservatorio F.Nakas di Atene il diploma in sassofono classico con lode e primo premio e, successivamente, i diplomi in Armonia, Contrappunto, Orchestrazione di strumenti a fiato, Fuga e i diplomi di Solista in Sassofono LLCM e FLCM dal London College of Music, sempre con il massimo dei voti. Ha frequentato master-class e programmi di specializzazione in Francia e in Italia. E' il primo sassofonista della banda filarmonica del Municipio di Atene, docente di sasssofono al conservatorio F. Nakas di Atene e collabora stabilmente con l'Orchestra Sinfonica Statale di Atene. In pochi anni di carriera vanta una notevole attività concertistica sia da solista sia in gruppi ed orchestre, in patria e all'estero (Italia, Usa, Cipro, Romania, Turchia) e collabora di frequente con l'Istituto Italiano di Cultura ad Atene per la promozione della musica italiana in Grecia. Nel 2003 partecipa con Two Original Dances, di Dimitri Nicolau, al XIII Congresso mondiale per il sassofono a Minneapolis (Usa) e nel 2005 registra con la Louisiana Sinfonietta (Usa) il Concerto No.2 per Sassofono soprano e Orchestra d'archi, di Dinos Constantinides, dedicato a lui, in prima esecuzione mondiale. E' tra i fondatori dell'Unione greca del sassofono e membro ordinario dell'Associazione dei sassofonisti francesi.

Music for Saxophone, Piano & Percussion è cd tecnicamente superbo che merita di essere ascoltato (e riascoltato) per la qualità dei temi proposti. Può essere utile per iniziare un viaggio nel mondo musicale ellenico. Per chi già conosce Stathis Mavrommatis, Christina Panteli, Dimitris Desyllas e gli autori dei brani, è la conferma delle loro capacità esecutive e compositive. La Grecia e l'Italia sono legate da rapporti culturali e storici millenari (la Magna Grecia - la parte meridionale della penisola italiana - e la Sicilia in particolare). L'ascolto dei brani proposti è un ritorno a sonorità che sentiremo subito familiari e ci condurranno in una nuova dimensione: tra storia, memoria, mitologia e modernità.



Music for Saxophone, Piano & Percussion è stato recensito nella rivista Amadeus (luglio 2007)

Recensione al Cd Music for Saxophone, Piano & Percussion nella rivista Amadeus di luglio 2007

www.stathismavro.gr

Puoi proseguire con la seguente recensione:
Cinema italiano: Nell'arte di Gianni Di Nucci - Nella musica di Giuppi Paone

e l'articolo:
Grecia 2007: Anno di Maria Callas

Libro sulla Storia contemporanea della Grecia dal 1974 al 2006 di Rudy Caparrini, Vincenzo Greco, Ninni Radicini La Grecia contemporanea (1974-2006)
di Rudy Caparrini, Vincenzo Greco, Ninni Radicini
prefazione di Antonio Ferrari, giornalista, corrispondente da Atene per il Corriere della Sera
ed. Polistampa, 2007

Presentazione | Articoli sulla Grecia


Lista articoli

Home page