Rilevazioni elettorali 2005 in Grecia: Nuova Democrazia si conferma primo partito

di Ninni Radicini
14 novembre 2005


Un sondaggio condotto dalla Rass fra il 31 ottobre e il 2 novembre conferma Nuova Democrazia (Nea Dhimokratia) primo partito, con il 2.4% di vantaggio sul Pasok. ND è in testa con il 32.9% contro il 30.5% del Movimento socialista panellenico. A sinistra del Pasok, un buon risultato per il Kke - Partito comunista greco (6.1%) mentre Synaspismos - Coalizione della sinistra e degli ecologisti è un un pò in affanno (2.9%), data anche la sua posizione intermedia nell'area della Sinistra, in questo fase poco redditizia elettoralmente. La sorpresa è rappresentata dal Laos - Movimento popolare ortodosso di Giorgios Karadzaferis con il 4.2%.

E' alto però il numero degli indecisi (21.5%), in linea comunque con le rilevazioni preelettorali degli stati con sistema sostanzialmente bipartitico. La distanza ridotta tra i due maggiori schieramenti è indicativa di una percezione, da parte dell'elettorato, di sostanziale similitudine programmatica, conseguenza della convergenza di entrambi al centro. Se invece si osserva la credibilità delle personalità politiche, le distanze sono più marcate e Karamanlis stacca nettamente Papandreou (46% contro 24%). Il terzo è Karadzaferis (5.8%): un dato che non solo conferma la consistenza del precedente, sulla crescita del partito, ma dimostra che il leader del Laos ottiene consensi anche da altri settori dell'elettorato. Al contrario, Aleka Papariga, segretario del Kke, con il 3% e Alexis Alavanos, di Synaspismos, con il 2.2% sono al di sotto dei consensi dei rispettivi partiti.

Molto interessante la valutazione dei dati riguardanti la efficacia della linea di ND e del Pasok in politica interna e estera. Le risposte degli intervistati permettono di stabilire che per gli elettori i due partiti hanno specificità differenti. Nuova Democrazia è considerato adatto a gestire la amministrazione interna ma incerto nella politica estera. Viceversa il Pasok. Il 49% crede che il Pasok sia responsabile per l'attuale stato della economia e il 35% pensa che l'eventualità di una sua vittoria nelle Legislative dello scorso anno avrebbe confermato la congiuntura negativa. Il 42.9% considera invece negativa la linea seguita da ND nella gestione degli interessi nazionali della Grecia (Fyrom, Turchia, Albania). Scetticismo invece su quanto viene pubblicato dai mass media, che il 44.9% ritiene esageri nella sottolineatura negli scandali nel mondo politico e il 44.3% considera schierati dalla parte del Pasok.



* Ninni Radicini, coautore del libro La Grecia contemporanea (1974-2006), ha pubblicato articoli su vari periodici, recensioni e prefazioni a libri.

Libro sulla Storia contemporanea della Grecia dal 1974 al 2006 di Rudy Caparrini, Vincenzo Greco, Ninni Radicini La Grecia contemporanea (1974-2006)
di Rudy Caparrini, Vincenzo Greco, Ninni Radicini
prefazione di Antonio Ferrari, giornalista, corrispondente da Atene per il Corriere della Sera
ed. Polistampa, 2007

Presentazione | Articoli sulla Grecia


Lista articoli

Home page